IT | EN | DE |

Mobile sospeso o a pavimento: come scegliere?

Di primo acchito poterebbe sembrare una questione esclusivamente estetica, eppure la scelta tra l’arredare la stanza da bagno con un mobile sospeso o mobile a pavimento non è banale, perché legata a valutazioni più ampie, come le esigenze funzionali, abitative, di ordine pratico e familiare.
Certo è che nel panorama odierno il mobile sospeso è la soluzione più di tendenza, preferita da molti perché pratico e funzionale, perché lascia libero il pavimento e agevola la pulizia dell’ambiente. Inoltre essendo fissato direttamente alla parete alleggerisce la stanza e, nota non da poco, si presta a innumerevoli declinazioni stilistiche e compositive.
Qualche esempio sono i mensoloni in massello con il lavandino in appoggio o la soluzione sfalsata con lavabo integrato al top, come proposto nella collezione Urban. Indubbiamente scegliere un mobile a pavimento lascia percepire delle vibrazioni più classiche, in linea con un concetto più tradizionale di arredo bagno. Tuttavia le ultime collezioni proposte, grazie all’utilizzo di materiali più moderni e dettagli di design, si adattano a qualsiasi esigenza di stile contemporaneo.
Chi è orientato verso questa soluzione punta tutto sulla capienza perché sfrutta lo spazio fino a terra con cassetti e vani per contenere asciugamani e accessori. Inoltre il mobile da bagno è poggiato direttamente sul pavimento, facilitando l'installazione e il montaggio, come proposto in questa composizione di Luxor. L’unico neo è la tendenza ad accumulare polvere che inevitabilmente si forma sotto il mobile.

Mobiltesino, con la collezione Suite ha ovviato anche a questo: la pedana, realizzata in Massello Frassino con piedi affusolati, oltre a regalarle un fascino retrò al mobile, permette una pulizia approfondita quotidiana del pavimento.

Luxor

Suite

I cookie ci aiutano a fornire i servizi nel nostro sito. Utilizzando il sito l'utente accetta l'uso dei cookie secondo  le nostre linee guida.